Olismo: cos’è e come viene interpretato nel campo del benessere

Avete mai sentito parlare di olismo? Sapete cos’è? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

La parola “olos” in greco vuol dire “tutto”, “intero” e quindi con il termine olismo si intende quel principio secondo cui il tutto è più della somma delle parti di cui è composto: l’organismo può essere considerato solo nella sua totalità e non come somma di parti correlate tra loro.

Con olismo ci si riferisce quindi ad una concezione unitaria della realtà, dell’essere umano e dell’esistenza secondo la quale ogni parte contiene gli elementi dell’intero di cui è partecipe e solo in questo modo si può arrivare alla comprensione. La teoria dell’olismo fu proposta negli anni venti in contrapposizione al Meccanicismo e si applica a diverse concezioni e discipline: c’è l’olismo ontologico, l’olismo semantico, quello antropologico, psicologico, religioso, filosofico e l’olismo che si applica in medicina.

Nel campo del benessere l’olismo è molto considerato e concepisce l’essere umano come una totalità di mente, corpo ed anima che devono essere compresi nella loro integrità per il raggiungimento dell’equilibrio. Si considerano tutti i sensi, tutte le emozioni, tutti gli aspetti di una persona e della sua esistenza: l’ambiente, l’alimentazione, il corpo e l’equilibrio psicologico sono ritenuti tutti essenziali per il benessere psico-fisico dell’uomo. Occorre quindi rispondere alle necessità fisiche, psicologiche ed emotive delle persone all’interno del loro sistema (famiglia, ambiente e cultura) per poterle curare e guarire, in quanto tutto è collegato ed interdipendente.

Le discipline olistiche si basano sull’integrazione di varie metodologie per poter considerare mente, corpo ed anima nella loro totalità ed interconnessione al fine di ottenere l’equilibrio e il benessere psico-fisico della persona. Quali sono? Possono considerarsi discipline olistiche il massaggio occidentale, lo shiatsu, la riflessologia, la naturopatia, l’agopuntura, l’osteopatia, la meditazione, il rilassamento, la fitoterapia, l’aromaterapia, il reiki, la cromoterapia. Varie discipline ultimamente molto di moda e sempre più frequentate con fiducia nella loro riuscita.

Nella medicina olistica si parte da un disturbo del corpo per poi passare ad analizzare l’individuo nella sua interezza allo scopo di scoprire l’origine del problema e curarlo con un insieme di metodologie globali e variegate, più simili all’approccio orientale che a quello occidentale (molto più improntato al rapporto causa-effetto in senso stretto). In alcuni casi la medicina olistica viene accompagnata a quella tradizionale ma si tratta ancora di una pratica piuttosto rara in Italia.

Voi vi siete avvicinati ad alcune di queste discipline olistiche per l’ottenimento del benessere personale? Trovate che funzionino?

Olismo: cos’è e come viene interpretato nel campo del benessere pubblicato: 2014-12-10T11:19:47+00:00 ultima modifica: 2015-01-03T08:37:54+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *