Lezioni e corsi di stretching a Roma

Lo stretching: quando e perché farlo

Quanti di voi, sportivi abituali o meno, praticano stretching per avere benefici muscolari? E quanti ne conoscono davvero le possibilità? Fare stretching è una pratica efficace per l’allungamento dei muscoli, migliora la mobilità delle articolazioni, la flessibilità, l’equilibrio, la postura, la circolazione e riduce lo stress sciogliendo le tensioni. Porta quindi ad un miglioramento delle prestazioni sportive ma anche in generale della salute quotidiana riducendo il rischio di infortuni, consentendo di tenere posture corrette che riducono il rischio di mal di schiena e dolori dorsali in generale e consente di essere più equilibrati. Perché quindi non praticarlo regolarmente?

stretching

Esistono fondamentalmente due tipi di stretching da combinare a seconda dell’obiettivo e delle necessità. Lo stretching dinamico è un allungamento dei muscoli con velocità variabile da lenta, media e veloce mentre lo stretching statico consiste nel tenere i muscoli in posizione di allungamento per un periodo più o meno lungo. Fare stretching prima della pratica sportiva aiuta a diminuire il rischio di infortuni ma è importante farlo anche e soprattutto dopo aver praticato sport.

Il momento migliore dipende sicuramente dallo scopo che si vuole ottenere per cui non c’è una risposta univoca e sempre valida: come metodo di riscaldamento per una pratica sportiva senza rischi di infortuni è senz’altro meglio uno stretching dinamico di tipo medio-veloce (da effettuare prima) mentre se lo scopo è l’allungamento della muscolatura e il miglioramento degli sbilanci posturali è meglio preferire uno stretching statico dopo la seduta di allenamento.

È sempre importante seguire i consigli di un esperto per praticare stretching correttamente evitando di incorrere in danni e lesioni piuttosto che nei benefici desiderati. In questo modo possiamo praticare lo stretching anche a casa in totale autonomia seguendo alcuni accorgimenti: bisogna evitare di fare streching con i muscoli a freddo e quindi riscaldarsi per almeno 5 minuti con un’attività leggera, mantenere l’allungamento muscolare per almeno 30 secondi, evitare movimenti bruschi e troppo veloci, evitare di sentire dolore durante la pratica e praticare regolarmente l’attività per ottenere sul serio dei benefici.

Un altro elemento molto importante da utilizzare durante l’esecuzione dello stretching è il controllo della respirazione (come del resto accade con lo yoga ed in ogni disciplina sportiva): allungare la muscolatura in fase di espirazione e rilassarla in fase di inspirazione può essere una tecnica molto valida. Bisogna respirare regolarmente ed evitare di trattenere il respiro, cosa che renderebbe molto più difficile l’allungamento muscolare ed il rilassamento. Insomma con alcuni accorgimenti lo stretching può essere un’attività molto utile e dai grandi benefici per la nostra salute.

 

I corsi di stretching del Centro Italiano Equilibrio e Salute

 

Potete chiedere ulteriori informazioni sui nostri corsi o iscrivervi alle nostre lezioni di stretching compilando il form in basso, chiamandoci in sede allo 06 76907232 oppure al cellulare 338 4164817.

Altrimenti venite a trovarci direttamente nel nostro Centro in via Quinto Novio 42 a Roma! La nostra sede è vicina alla stazione della Metro A “Porta Furba – Quadraro” in zona Tuscolana.

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Lezioni e corsi di stretching a Roma pubblicato: 2014-12-12T09:30:33+00:00 ultima modifica: 2015-09-29T09:05:11+00:00 da luca